NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ultime ricette inserite:

  • Polpettone di ricotta

    Polpettone di ricotta

  • Zuppa di cipolle - la Carabaccia Toscana

    Zuppa di cipolle - la Carabaccia Toscana

  • Cannoli fritti alla crema

    Cannoli fritti alla crema

  • Stelle filanti dolci

    Stelle filanti dolci

  • Cotechino in crosta di purè

    Cotechino in crosta di purè

  • Arrosto in crosta di patate

    Arrosto in crosta di patate

  • Biscotti albero di natale

    Biscotti albero di natale

Cocktail e drinks per l'estate

Cocktails, drinks & … dreams

Scritto da Chef Silvia.

Cocktail - drinks per l'estate
Cocktail
Cocktail è parola inglese che significa letteralmente “coda di gallo”.. certo è un termine originale per identificare certe bevande più o meno alcoliche, l'unica cosa che forse hanno in comune queste due cose sono i colori dei liquori che mescolati tra loro producono meravigliose tonalità che ricordano vagamente le piume multicolori di certi volatili.

Con il termine cocktail o drink si intende la miscela di più ingredienti come liquori o distillati (anche analcolici) con l'aggiunta di frutta, ghiaccio, zucchero spezie o aromi.

Preparazione dei cocktail
Preparazione dei cocktail

I cocktail - drinks si dividono in:

Cocktail Cobblers

drink dissetanti serviti generalmente in bicchieri alti con frutta come guarnizione e ghiaccio tritato servito direttamente sopra la bevanda.

Cocktail Coolers

sono come i cobblers con l'aggiunta di spremute di frutta o verdura e voluminose decorazione di frutta fresca.

Cocktail Crustas

bevande servite in flûte con una spirale di limone che occupa talvolta tutta la capienza del bicchiere che necessariamente deve essere brinato cioè immerso prima nel succo del limone (solo la parte del bordo bicchiere) e poi passato nello zucchero.

Cocktail Cups

Bevande altamente dissetanti preparate spesso in anticipo e conservate in grandi zuppiere o contenitori … vengono versate direttamente nel bicchiere attraverso un mestolino

Hot drinks

bevande calde servite in bicchieri (tumblers) con sotto coppa di metallo per evitare di scottarsi le mani (alcuni esempi noti sono il grogs o i punches).

Short drinks

cocktail serviti in piccoli bicchieri o coppette

Long drinks

bevande servite in bicchieri alti e con cannuccia di solito questi cocktail sono allungati con seltz , soda o succhi di frutta.

Highball o fix

bevande dissetanti come i long drink solitamente poco alcolici allungati con bibita gassata.

Cocktail Egg-nogs

Sono bevande a base di uova e aromi come la noce moscata grattugiata.

Fizzes drinks

Sono bevande molto dissetanti che richiedono spesso l'uso del bianco dell'uovo e del succo di limone.

Juleps

cocktail freschi e dissetanti che si caratterizzano per la presenza di foglie di menta .

Preparare un drink non è affatto facile come potrebbe sembrare occorre innanzi tutto un attrezzatura particolare.

Lo shaker

E' un contenitore doppio (di solito in argento) nel quale si agitano/miscelano i cocktails. Nello shaker si aggiunge non più della metà del ghiaccio, i liquidi necessari per preparare il drink e va utilizzato in due tempi. Prima va chiuso ed agitato vigorosamente non più di 10 secondi poi la bevanda va fatta riposare per alcuni secondi infine si scuote ancora pochi attimi delicatamente ottenendo così la giusta miscela che andrà subito versata negli appositi bicchieri.

Il Mixer / mixing glass

è un bicchiere graduato nel quale si preparano i drink che si miscelano con l'aiuto di un lungo cucchiaino chiamato stirrer.

Strainer

è un colino che serve per filtrare i cocktail preparati nel mixing glass ed evitare che cadano nel bicchiere di servizio i cubetti di ghiaccio.

Le proporzioni tra i vari ingredienti dei cocktail, drinks, short e long drinks è solitamente riportata in decimi (come indicava fino a qualche anno fa l' International Bartenders Association) in alcuni casi la codificazione degli ingredienti era data in terzi.. in realtà questo metodo negli anni ha subito un radicale cambiamento cedendo il passo ai centilitri (cl) affiancati dalle once (oz) secondo la tecnica dell' American Bar.

Utilizzando cl (o oz) si possono preparare cocktail perfetti, rispetto al sistema decimale nessuno spreco, dosi sempre precise anche senza conoscere l'esatta capienza del bicchiere dove verrà servita la bevanda ( con il sistema decimale si doveva sempre indicare la tipologia di bicchiere e la sua capienza per ottenere bevande perfette nelle quantità)

Attualmente IBA (international bar association ) e altre associazioni come la Federazione Italiana Barman seguono l'indicazione degli ingredienti in cl.

Perché Chef Silvia?

Perché Silvia Cheff Il portale Chef Silvia nasce dalla passione di Silvia per la cucina di qualità: ricette semplici ed efficaci da commentare e condividere.

Recensioni

Ricettario Chef Silvia Nuove ricette e recensioni vengono aggiunte ogni giorno al sito chefsilvia.it. Nuova sezione sulle ricette con la pasta. Buona lettura.

Ricettario di Chef Silvia

Ricettario Chef Silvia Con l'aiuto del ricettario conoscerete nuove ricette di cucina per le occasioni speciali o per i pranzi e le cene di tutti i giorni.

Gastronomia

Chef Silvia Rimani aggiornato su gli eventi culinari: la sezione news ti informa su tutti gli eventi, e le notizie che riguardano la gastronomia.

Copyright © 2017 Chef Silvia - Ricette di cucina. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.