NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ultime ricette inserite:

  • Orecchiette ai carciofi e mandorle

    Orecchiette ai carciofi e mandorle

  • Fragole in smoking

    Fragole in smoking

  • Anatra alla pechinese

    Anatra alla pechinese

  • Polpettone di ricotta

    Polpettone di ricotta

  • Zuppa di cipolle - la Carabaccia Toscana

    Zuppa di cipolle - la Carabaccia Toscana

  • Cannoli fritti alla crema

    Cannoli fritti alla crema

  • Stelle filanti dolci

    Stelle filanti dolci

Cucinare con il microonde

Cosa sono le microonde e come funzionano

Forno a microonde
Forno a microonde
Le microonde sono delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza simili alle onde radio, tv, o a quelle dei raggi del sole. Vengono generate dal magnetron che converte l'energia elettrica in energia elettromagnetica e la trasferisce al forno a microonde dove cuoce il cibo. Le microonde attraversano alcuni metalli e non altri ad esempio carta, plastica, ceramica, materiali in vetro mentre vengono riflesse dai metalli ciò significa che gli alimenti dentro recipienti di metallo non possono essere riscaldati.

Le microonde sono attratte e assorbite da particolari sostanze presenti nei cibi e liquidi come le molecole di grasso, zucchero, acqua.

Il funzionamento del forno a microonde è molto semplice: le pareti del forno sono di metallo riflettono le onde e le trasferiscono direttamente al cibo, attraversano i contenitori e iniziano a far vibrare le molecole di zucchero, acqua o grasso contenuti degli alimenti.
Questa vibrazione provoca uno sfregamento che produce calore in quanto le molecole vibrano ad una velocità di circa 2450 milioni di volte al secondo quindi solo il cibo si riscalda velocemente al contrario dei contenitori e l'aria all'interno del forno rimane fredda o si riscalda solo per conduzione.

La perfetta cottura al microonde si ottiene posizionando al centro del piatto girevole il cibo e azionando il forno ottenendo una cottura uniforme.

I vantaggi di cucinare a microonde

I tempi di scongelamento o cottura dei cibi dipendono sempre dalla loro quantità e composizione, le regole di base sono: i cibi a temperatura ambiente cuociono prima di quelli tolti dal frigorifero o surgelati (questi il tempo è doppio), il cibo ad alto contenuto di zucchero o grasso cuociono più velocemente rispetto ad un alimento con gran contenuto di liquidi.

Cibi con consistenze porose come torte o focacce si cuociono più velocemente di alimenti densi o compatti come la carne. I vantaggi di cuocere a microonde sono molteplici primo fra tutti i ridotti tempi di cottura e un conseguente risparmi di energia rispetto ai metodi tradizionali di cottura (forno o padella).

Le microonde non provocano alterazioni ne chimiche ne molecolari ai cibi che rimangono morbidi e gustosi e soprattutto sani visto che questa particolare cottura richiede l'aggiunta di pochi grassi e sale.

Cottura al microonde, consigli pratici

Per accorciare i tempi di cottura e ottenere un alimento sano e gustoso è necessario coprire i cibi (con pellicole alimentari o materiali di ceramica resistenti al microonde) per trattenere l'umidità presente negli alimenti stessi. Mescolare a metà cottura gli alimenti distribuire il calore ed ottenere una cottura uniforme.

Schermare le parti sottili degli alimenti per evitare che si possano seccare durante la cottura, un esempio, la coda del pesce, le ali o le cosce del pollo dovrebbero essere coperte con con carta forno o alluminio facendo però attenzione a non far toccare le parti in alluminio alle pareti del forno per non provocare scintille.

Alcuni cibi hanno la caratteristica di trattenere il vapore all'interno perchè ricoperte da un involucro quale pelle, buccia etc.. ad esempio le patate, le salsicce, il pollo etc Per evitare che tali alimenti possano letteralmente scoppiare in cottura punzecchiate la pelle o la buccia con uno stuzzicadenti o con i rebbi di una forchetta prima della cottura a microonde.

Per conduzione naturale, con la cottura a microonde, il cibo continua a cuocere anche quando il forno a finito di funzionare per questo motivo gli gli alimenti devono avere un tempo di riposo dopo al cottura che varia a seconda del volume e della densità dell'alimento. Di norma il cibo deve riposare un paio di minuti dopo la cottura a microonde.

Cottura a microonde

L'intensità delle microonde è espressa in watt (w) la potenza si può regolare come la temperatura del forno tradizionale, più elevata è la potenza più veloce sarà la cottura.

Cottura alla griglia

Questa funzione permette di cuocere, dorare e gratinare gli alimenti tramite la griglia posta nella parte superiore del forno. La cottura ideale per gratinare e grigliare sformati di verdure, carne, costine e braciole che devono essere girate a metà cottura per ottenere un alimento gustoso e croccanti.

Cottura combinata

Con il vostro forno è possibile combinare la funzione di grill + microonde ottenendo i benefici di entrambe le cottura cioè i vostri cibi avranno una superficie dorata, un interno morbido e gustoso tutto in tempi ridotti.

Quali contenitori utilizzare

I contenitori adatti a questa cottura devono permettere il passaggio delle microonde al cibo per questo i materiali idonei sono vetro, ceramica, plastica (resistente al calore) carta, cartone, porcellana (purchè non presentino decorazioni in oro, argento o parti in metallo) ceramica, terracotta, creta (purchè siamo tutti smaltati) carta da forno, pellicola alimentare per microonde (si trova facilmente in commercio)

I materiali non idonei alla cottura in forno a microonde sono quelli in alluminio, cristallo, plastica non resistente al cartone, contenitori di cartone cerati all'interno, carta alluminio, pentole e padelle in acciaio, piatti, tazze o vasellame con decorazioni in oro, argento o parti in metallo che potrebbero danneggiare il forno.

Come adattare le ricette tradizionali alla cottura a microonde

Se desiderata adattare le ricette tradizionali alla cottura a microonde è necessario seguire questi piccoli suggerimenti:

Riducete la quantità di grasso (olio o burro) o non mettetene affatto, riducete i tempi di cottura di 1/3 o ½ del tempo che normalmente impiegate per cucinare la vostra ricetta con metodi tradizionali.

Riducete la quantità di liquidi, condimenti e spezie cercando di aggiungere, se possibile, sale solo dopo la cottura, provate le vostre ricette preferite iniziando da quelle più semplici e controllando scrupolosamente il grado di cottura mentre il forno è in funzione.

Perché Chef Silvia?

Perché Silvia Cheff Il portale Chef Silvia nasce dalla passione di Silvia per la cucina di qualità: ricette semplici ed efficaci da commentare e condividere.

Recensioni

Ricettario Chef Silvia Nuove ricette e recensioni vengono aggiunte ogni giorno al sito chefsilvia.it. Nuova sezione sulle ricette con la pasta. Buona lettura.

Ricettario di Chef Silvia

Ricettario Chef Silvia Con l'aiuto del ricettario conoscerete nuove ricette di cucina per le occasioni speciali o per i pranzi e le cene di tutti i giorni.

Gastronomia

Chef Silvia Rimani aggiornato su gli eventi culinari: la sezione news ti informa su tutti gli eventi, e le notizie che riguardano la gastronomia.

Copyright © 2017 Chef Silvia - Ricette di cucina - Italian Recipes. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.