Ultime ricette inserite:

  • Torta della nonna al cacao

    Torta della nonna al cacao

  • Frittata di patate

    Frittata di patate

  • Caserecce con ragu' di baccalà e peperoni

    Caserecce con ragu' di baccalà e peperoni

  • Arrosto alla panna

    Arrosto alla panna

  • Torta rovesciata ai fichi e pinoli

    Torta rovesciata ai fichi e pinoli

  • Ciambellone Bicolore

    Ciambellone Bicolore

  • Piadina Romagnola

    Piadina Romagnola

Quanto vale il salone del Gusto

Salone del Gusto
Salone del Gusto

Ottanta milioni di euro. Tanto hanno reso il Salone del Gusto e Terra Madre a Torino e provincia. E non è una cifra pronunciata per approssimazione allo stand del Comune di Torino giusto per consolarsi dei 2 milioni di contributi dati a Slow Food per organizzare le sue manifestazioni. È una cifra precisa «che al massimo è stata calcolata per difetto - spiegano all’assessorato al Commercio e Turismo - perché è stata ottenuta sommando le entrate degli alberghi, che per tutta la settimana dell’evento sono stati esauriti in tutta la città e anche nella prima cintura, il movimento dei taxisti che dovrebbe essere raddoppiato, le code ai musei e nei negozi del centro».

Un altro dato è molto interessante e la dice lunga su quanto manifestazioni come il Salone del Gusto e Terra Madre siano in grado di accendere sul territorio i riflettori della scena internazionale: «Due anni or sono il Comune, insieme con la Camera di commercio, ha condotto uno studio per valutare - in termini di uscite sui giornali di tutto il mondo - quanto sarebbe costata la stessa campagna se fosse stata a pagamento: cinquanta milioni».

E oggi, due anni dopo, verosimilmente quella cifra salirebbe a settanta: una mega-campagna che sistema Torino in cima alla classifica delle città imperdibili. Non è un caso, infatti, che nell’edicola del Salone del Gusto le prime riviste ad andare esaurite quest’anno siano state l’ultimo numero di Meridiani e del Gambero Rosso, tutti dedicati a Torino capitale della cultura, del turismo di livello e del loisir. Ecco perché non si potrà mai pensare seriamente - come ribadivano ieri ai piani alti di Slow Food - che il Salone del Gusto e Terra Madre lascino il Piemonte: sono tutt’uno, imprescindibili.

E se i fondi pubblici quest’anno sono diminuiti (in tutto il Comune ha versato il 20 per cento in meno rispetto all’edizione del 2008) a Palazzo Civico si è comunque convinti che con l’aumento del prezzo del biglietto e quello degli spazi (il quarto padiglione potrebbe già diventare realtà nel 2012) la kermesse potrà comunque uscirne ancor più rafforzata. Intanto anche ieri il botteghino del Lingotto ha segnato un nuovo record. In tre giorni si sono presentati agli ingressi 110 mila persone con un incremento rispetto all’anno prima del 10 per cento.

Un altro passo verso quella soglia dei 200 mila visitatori che costituirebbero il primato di tutti i tempi. Nonostante ieri il Salone sia stato preso d’assalto (il Bancomat all’interno della Fiera aveva già esaurito il liquido a mezzogiorno ed è stato nuovamente rimpinguato) la sensazione di ressa è stata inferiore agli anni scorsi: merito dei corridoi più spaziosi e di valvole di sfogo all’aperto come il viale dello street-food, quel cibo di strada che ha deliziato i palati dei visitatori anche con cifre modiche.

Fonte: La Stampa

Perché Chef Silvia?

Perché Silvia Cheff Il portale Chef Silvia nasce dalla passione di Silvia per la cucina di qualità: ricette semplici ed efficaci da commentare e condividere.

Recensioni

Ricettario Chef Silvia Nuove ricette e recensioni vengono aggiunte ogni giorno al sito chefsilvia.it. Nuova sezione sulle ricette con la pasta. Buona lettura.

Ricettario di Chef Silvia

Ricettario Chef Silvia Con l'aiuto del ricettario conoscerete nuove ricette di cucina per le occasioni speciali o per i pranzi e le cene di tutti i giorni.

Gastronomia

Chef Silvia Rimani aggiornato su gli eventi culinari: la sezione news ti informa su tutti gli eventi, e le notizie che riguardano la gastronomia.

Copyright © 2020 Ricette di cucina di Chef Silvia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.