NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ultime ricette inserite:

  • Frittura di calamari e verdure

    Frittura di calamari e verdure

  • Risotto radicchio e gamberi

    Risotto radicchio e gamberi

  • Margarita frozen alla fragola

    Margarita frozen alla fragola

  • Couscous con pollo e verdure

    Couscous con pollo e verdure

  • Saltimbocca di baccalà

    Saltimbocca di baccalà

  • Carpaccio di pollo in salsa verde

    Carpaccio di pollo in salsa verde

  • Spaghetti vongole e bottarga

    Spaghetti vongole e bottarga

Cucina regionale italiana: Toscana

Toscana

Per andare alla selezione delle ricette della cucina Toscana clicca qui.

La semplicità nel preparare e abbinare i prodotti tipici del territorio – dagli arrosti ai salumi, dalle zuppe agli ortaggi, dal rinomato olio al caratteristico pane senza sale – è la caratteristica distintiva della cucina toscana. Un tratto tipico della cucina toscana è la sua semplicità, che non vuol dire né povertà né improvvisazione.

La cucina toscana affonda la sua storia nei cuochi al seguito di Caterina de' Medici. Andata sposa nel 1533 al figlio di Francesco I, il futuro re Enrico II, questi cuochi portarono in Francia il gusto per i piatti elaborati e gettarono le basi della più sofisticata cucina occidentale; e nel Seicento il matrimonio di un'altra Medici, Maria, con Enrico IV, ribadì i fasti della tavola. Ma le abitudini del Palazzo non si estesero alla Piazza, che continuò a coltivare una tradizione gastronomica di grande sobrietà. Cardine della cucina di questa regione sono le carni – bovine, ovine, suine e anche cacciagione e pollame – cotte allo spiedo, alla griglia, in forno, in umido o bollite.

Toscana
Toscana

Da non perdere l'"arista" stecchettata con aglio e rosmarino, i "fegatelli " di maiale cotti allo spiedo nella retina o infilati su stecchi con alloro e alternati a crostini di pane, o i "fegatelli" di pollo che entrano nella minestra in brodo e che, con la milza di vitello, sono l'ingrediente dei "crostini" ad apertura del pranzo. Chi non poteva permettersi la carne portava in tavola uova, legumi, ortaggi. Non mancava il modo di insaporirli: aglio, cipolla, erbe aromatiche (mentuccia, "ramerino", nepitella), sale e pepe, assai diffuso in una terra di mercanti come la Toscana.

Gli insaccati vanno dalla "finocchiona", un grosso salame insaporito con i semi di finocchio, alla "soppressata", galantina di carne di testa con lingua, spezie e pistacchio, ai prosciutti di maiale e di cinghiale, alle salsicce e ai sanguinacci. I primi piatti toscani più noti sono le pappardelle con il sugo di lepre, ma più che le pastasciutte sulla tavola toscana dominano le minestre, come la "pappa col pomodoro" e la "ribollita" a base di pane e cavolo nero.

Lungo il litorale toscano si mangia un ottimo pesce che acquista un sapore forte per l'abbondanza di peperoncino. Il "cacciucco" è un piatto tipico di Livorno; squisite sono le triglie alla livornese; a Pisa e dintorni si preparano le "ceè", anguille neonate cotte nell'olio, salvia e aglio.

Il formaggio toscano è per eccellenza il pecorino. Il più pregiato è quello delle "crete" senesi e aretine dove fioriscono i fiori di assenzio che danno al latte un aroma particolare. La qualità più pregiata è il "marzolino" della zona del Chianti. Un contorno – ma possono anche essere un piatto a sé stante – sono i fagioli, introdotti in Toscana nel Cinquecento da Clemente VII de' Medici che li aveva avuti dall'imperatore Carlo V.

In quello stesso periodo si diffusero anche nel Veneto, e in entrambe le regioni sono un alimento diffusissimo. Oltre che lessati e conditi, si mangiano all'uccelletto, cioè con salvia e succo di pomodoro. Il tradizionale recipiente di cottura è il fiasco spagliato messo sulla brace; l'imboccatura viene coperta con stoppa in modo che il vapore possa fuoriuscire durante la lunghissima cottura, l'acqua consumarsi e i fagioli assorbire l'olio.

Fra i dolci della cucina toscana, che non sono moltissimi, notiamo il castagnaccio, il "panforte di Siena", ricchissimo di frutta secca e di spezie, i "ricciarelli" di Siena, a base di marzapane; i "cantucci" di Prato, biscottini secchi profumati di anice e arricchiti di mandorle che si inzuppano nel vinsanto.

Per una selezione completa di primi piatti, secondi piatti e dolci della toscana clicca qui.

Perché Chef Silvia?

Perché Silvia Cheff Il portale Chef Silvia nasce dalla passione di Silvia per la cucina di qualità: ricette semplici ed efficaci da commentare e condividere.

Recensioni

Ricettario Chef Silvia Nuove ricette e recensioni vengono aggiunte ogni giorno al sito chefsilvia.it. Nuova sezione sulle ricette con la pasta. Buona lettura.

Ricettario di Chef Silvia

Ricettario Chef Silvia Con l'aiuto del ricettario conoscerete nuove ricette di cucina per le occasioni speciali o per i pranzi e le cene di tutti i giorni.

Gastronomia

Chef Silvia Rimani aggiornato su gli eventi culinari: la sezione news ti informa su tutti gli eventi, e le notizie che riguardano la gastronomia.

Copyright © 2017 Chef Silvia - Ricette di cucina - Italian Recipes. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.